• Massimo Santi

    La scuola italiana tecnologicamente è a livello di terzo mondo (possibile che brillanti laureati in ingegneria non sappiano nemmeno usare un foglio di calcolo?).
    Ma proprio come i Paesi del terzo mondo, l’Italia può (e deve) saltare le tappe.
    Quindi ben vengano ebook e altro. Se poi queste tecnologie hanno ancora dei problemi, chi meglio di chi le sperimenta può risolverli e crearsi un lavoro e un mercato?

  • http://www.zeusnews.it Pier Luigi Tolardo

    Profumo è un tecnico pragmatico e, paradossalmente, è più utopoista di un politico: con tutti i problemi di carattere economico, dal costo del tablet ali contraccolpi sull’industria editoriale, basterebbe una buona sperimentazione su un buon campione di istituti.

L'autore del blog

Massimo Mantellini L'autore di Manteblog scrive su Telecom Italia

Massimo Mantellini è uno dei più noti commentatori della rete italiana. Blogger, editorialista per Punto Informatico, L'Espresso e IlSole24ore, si occupa da oltre un decennio dei temi legati al diritto all'accesso, alla cultura informatica e alla politica delle reti.

Articoli recenti

Commenti recenti

  • Angelo ha scritto:

    Che banalità. e' COME SE sCRIVESSI CHE SE Ti tuffi in una piscina ti bagni. e' ANCORa necessario ...

    Su Intelligenti o stupidi: dipende da noi il 6 maggio alle ore 10:38
  • Massimo Canonico ha scritto:

    Mi pare che questo algoritmo valga solo se le riceche sono effettuate da device mobili. Questa e' un...

    Su L'Apocalisse è mobile il 28 aprile alle ore 9:05
  • paolo ha scritto:

    La mia compagna ha 64 anni e rimanendo riluttante verso le nuove tecnologie mi faceva sempre scriver...

    Su Internet da anziani: un confronto il 10 aprile alle ore 8:14
Questo Sito utilizza cookie analitici di terze parti al fine di raccogliere informazioni aggregate sul numero degli utenti e su come visitano questo Sito. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi sapere di più clicca qui | X